Lo sviluppo dell’attitudine musicale come potenzialità del bambino

Perchè ci piace tanto proporvi la Musicainfasce®? Ce lo racconta Daniele, il nostro insegnante AIGAM:

“Ogni bambino nasce con enormi potenzialità che si sviluppano o si affievoliscono a seconda degli stimoli che l’ambiente può offrirgli. In questo processo la famiglia è chiamata in causa come il primo nucleo formativo dove poter fare esperienze rilevanti per sviluppare le proprie attitudini.
Tra queste potenzialità vi è anche l’ attitudine musicale.

Alcune ricerche ed osservazioni scientifiche (Edwin E. Gordon e la MLT: Music Learning Theory) hanno dimostrato come l’apprendimento musicale del bambino avvenga in modo del tutto analogo a quello della lingua madre, quindi attraverso la relazione e la comunicazione, fin dall’età neo-natale, con le figure di riferimento (prima fra tutti la madre), e, successivamente, nella prima infanzia in un ambiente educativo ricco di stimoli ed opportunità formative.

Quando viene al mondo ogni bambino è immerso in una cultura e gli adulti rappresentano la sua possibilità di assorbire liberamente i suoni della lingua come quelli del linguaggio musicale. L’avvicinamento alla teoria della lingua, lettura, scrittura e regole grammaticali, avviene quando il bambino padroneggia già la lingua e l’istruzione formale segue un lungo periodo in cui il bambino riceve solo una guida di tipo informale, senza pressioni da parte degli adulti e senza insegnamenti specifici. Allo stesso modo nell’apprendimento del linguaggio musicale la fase dell’apprendimento informale dovrebbe precedere quella formale ed il bambino dovrebbe essere libero di assorbire il linguaggio dei suoni in modo semplice e naturale. Spesso, erroneamente, si presenta il percorso inverso ed i bambini vengono, per prima cosa, avvicinati alla teoria musicale ed alla lettura del pentagramma, ponendo i simboli significanti prima dei significati. In questo modo moltissimi bambini prima, ed adulti poi, arrivano all’educazione musicale formale impreparati, senza aver avuto la possibilità di sviluppare un ricco vocabolario di ascolto, senza opportunità di interazione con vocalizzazioni musicali.
Il linguaggio musicale, così come quello parlato, non dovrebbe essere semplificato quando rivolto ai più piccoli, ma esposto nella sua interezza e complessità. Fondamentale, a questo riguardo, è l’ascolto di musica di qualità, di brani scelti da un repertorio di diversi generi e secondo criteri rilevanti, dal punto di vista formativo, quali la varietà e la ricchezza della sintassi musicale.
Secondo il sistema elaborato da Edwin Gordon e la Musicainfasce®, al bambino viene offerta una guida informale al mondo musicale, una opportunità di ascolto qualitativamente valida, un’esperienza di interazione vocale ed intonata, un ambiente ricco di stimoli musicali che possa contribuire significativamente allo sviluppo della musicalità di ogni bambino.

In questo modo si ottengono i seguenti risultati:

• Sviluppo dell’intonazione
• Sviluppo del senso ritmico
• Sviluppo della coordinazione motoria in relazione alla sintassi musicale
• Sviluppo della disponibilità all’ascolto
• Sviluppo della capacità discriminatoria degli stimoli musicali

Dando grande rilievo al movimento spontaneo, libero ed espressivo del bambino, strumento indispensabile di conoscenza e di scoperta, il bambino vive l’esperienza musicale con tutto il corpo, ‘ascolta con il corpo’, e quando è lasciato libero di muoversi durante l’ascolto sta esplorando autonomamente la sintassi musicale, ed in questa attività va, più che guidato, accompagnato da un adulto: l’adulto partecipa all’attività in prima persona muovendosi liberamente nello spazio ‘sonoro’, invece di indurre il bambino a movimenti specifici e forzati.
Il movimento spontaneo viene abbinato all’ascolto ed al canto di brani tonali e ritmici senza parole caratterizzati dai principi di brevità, varietà, complessità e ripetizione.
In questo modo l’attività diventa di gioco educativo musicale e d’ascolto.”

Cosa aspetti allora? Porta il tuo bimbo da 0 a 36 mesi e vieni a provare la Musicainfasce® con noi!

 

Daniele Montanari è chitarrista, insegnante associato AIGAM (associazione italiana Gordon per l’apprendimento musicale), esperto di “educazione musicale del bambino da 0 a 6 anni secondo la Music Learning Theory di Edwin E. Gordon”

.

Il nuovissimo libro sullo svezzamento



Iscriviti alla Newsletter

SEI UN OPERATORE? VUOI RESTARE AGGIORNATO SUI NOSTRI CORSI?

Un regalo per te!

Calendario attività ed eventi


« Gennaio 2020 »
Mo Tu We Th Fr Sa Su
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

siamo presenti anche:

Condividi questa pagina:

|