SEI NELL'AREA TEMATICA ‘GRAVIDANZA’

yoga post parto 2YOGA Post Partum mamma bimbo 0-1 anno 

Nuovo corso dal 29 febbraio!! Promo per le mamme che si iscrivono al massimo entro il 29 febbraio, avrete 5 lezioni (dal 29.2 al 28.3) al prezzo di 4!

(Se ancora non hai partorito c’è il corso YOGA IN GRAVIDANZA apposta per te il lunedì alle 19.00: scrivici!)

Sai che puoi fare un corso dolce e piacevole per riprendere un po’ di attività fisica insieme al tuo bambino?

Se senti di aver bisogno di fare un po’ di attività del corpo dopo la gravidanza e il parto, hai un po’ di fastidi per il superlavoro di braccia e gambe “tira su – metti giù” del pupo, o perché dormi tutta storta la notte, o semplicemente perché non riesci ad andare in palestra (“dove la lascio la bambina nel frattempo?” O “non voglio lasciare il piccolo e andare da sola”…), ecco un corso ad hoc per te!

 

Ma come posso praticare una attività insieme al mio bambino? Non sarà di disturbo?

In questo gruppo siamo tutte mamme. Le necessità dei bambini sono uguali per tutti, e chi prima chi dopo, a turno avranno bisogno di poppare, o essere cambiati, o consolati… Quindi non danno certo fastidio!  

La lezione si adatta a voi, e spesso ci sono volte in cui osserverai quasi tutto mentre accudisci il tuo piccolo/a, e altre volte invece riuscirai a fare tutto. Non importa! Nel frattempo impari i movimenti che puoi ripetere a casa, e sei in un ambiente non giudicante, fatto di donne che stanno vivendo la stessa fase della vita.

Nei nostri gruppi ci si confronta e conforta a vicenda , si respira aria di maternità, non ci si sente “mosche bianche” e spesso nascono amicizie.

Serve aver già fatto yoga?

Assolutamente no. Nel gruppo ci possono essere mamme che già lo conoscono, altre alla loro prima lezione: non c’è competizione tra di noi, siamo qui per stare insieme piacevolmente e rilassare corpo e mente insieme ai nostri piccoli.

essere utile per la ripresa e il sostegno senza pari che può offrire.

Dedicarsi del tempo, guardarsi dentro, prendere il proprio bambino e il proprio tappetino da yoga e iniziare a condividere la propria vita da adulto sano e creativo con la piccola meraviglia che è appena arrivata è un ottimo modo per viversi al meglio la maternità.

 

Perché partecipare ad un corso di Yoga post partum mamma – bimbo?

Lo yoga ti può aiutare a recuperare il benessere fisico dopo gravidanza e parto

  • Per ritagliarti uno spazio dove poter prenderti cura anche di te stessa.
  • Per condividere momenti di coccole e gioco con il/la tuo/a bambino/a.
  • Perché sarai accolta in uno spazio di condivisione con le altre mamme e bimbi in un clima di serenità, in un cerchio di donne sicuro e non giudicante dove esprimere se stesse in libertà, dove sentirsi a casa, accolta e fra amiche.

Per chi: lo Yoga post partum è adatto a tutte le neo mamme a partire dai 40 giorni dopo il parto.

Quando: tutti i giovedì dalle 11 alle 12.

Contributo richiesto: 20 euro lezione singola; 60 euro il mese (4 lezioni)

Il corso parte il 29 febbraio! Promo per le mamme che si iscrivono al massimo entro il 29 febbraio, avrete 5 lezioni (dal 29.2 al 28.3) al prezzo di 4!

 

.

 

 

  • Danila De Simone fisioterapistaSei in attesa e hai problemi di ritenzione urinaria o prolasso delle emorroidi?
  • Dopo il parto ti capita di starnutire e avere la sensazione di perdere una goccia di pipì?
  • Ti capita dopo il parto di avvertire un peso nel basso ventre specialmente verso la sera?
  • In gravidanza hai sofferto di stitichezza e/o prolasso emorroidario, dopo il parto la situazione è tornata alla normalità?
  • Hai partorito da un po’ e la tua pancia sempre ancora quella di quando aspettavi il tuo bambino?
  • Temi o ti è già stata diagnosticata una diastasi addominale?

La riabilitazione del pavimento pelvico è una branca della fisioterapia che  si occupa delle disfunzioni del perineo, un sistema muscolare complesso che si trova nel basso ventre.

Un perineo sano vuol dire giusto sostegno per gli organi pelvici (utero, vescica e retto), garantire continenza urinaria e fecale, permettere un parto naturale e con minor rischio di complicanze.

Le tecniche utilizzate dal fisioterapista sono sia tecniche manuali, sia tecniche che prevedono l’impegno di strumenti come biofeedback e elettrostimolazione funzionale. Il fine della riabilitazione è quello di correggere eventuali dissinergie muscolari dell’area perineale  e riacquistare consapevolezza e padronanza di essa.

La nostra fisioterapista, Danila De Simone, Fisioterapista iscritta a TSRM e PSTRP (Federazione Nazionale Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione) è specializzata dal 2010 in ambito urogenitale e lavora  con mamme e future mamme, e non solo.

A CHI È RIVOLTA

didymos-blogIl tuo bambino vuole stare sempre in braccio?

Da quando è nato non riesci più a fare niente in casa?

Ti fa male la schiena o le braccia?

Vorresti uscire senza dover montare carrozzine spaziali o fare il percorso ad ostacoli tra marciapiedi occupati e scivoli impraticabili?

Voler stare in braccio non è un vizio, ma una 43b111ee17cc2f773a1bc5c65a57c94c_0_2_570x570_fe7d3necessità e un bisogno imprescindibile di ogni neonato e bambino piccolo, che dipende dalle nostre caratteristiche di specie.
Se quindi è normale tenerli addosso per diverse volte e tempo nell’arco di ogni giornata, possiamo organizzarci per renderlo più semplice, pratico e meno faticoso.

Tutte le culture tradizionali hanno avuto sempre i loro modi per “portare” i bambini, ma noi Occidentali non ne siamo capaci… come fare allora?

Vieni a questo corso PRATICO che in due ore ti farà provare e riprovare concretamente legature e supporti in modo da imparare e diventare pratica nel portare il tuo bimbo/a.

Il corso è aperto a neomamme, papà e chiunque voglia imparare a portare in sicurezza ed ergonomia i bambini,  sia a genitori che non hanno mai portato, sia a genitori che hanno già iniziato a portare e vogliono migliorare o rafforzare l’apprendimento dei passaggi e dei dettagli per le legature.

Se ancora devi partorire, puoi venire anche tu, ti daremo un bambolotto!
Se non hai una fascia, non devi comperarla prima. Abbiamo una vasta gamma di supporti di vario genere proprio per farteli provare così poi potrai fare un acquisto consapevole.

Quando: corso periodico. Il prossimo corso si tiene venerdì 23 febbraio dalle 11.00 alle 13.00.

Costo: Il corso si tiene con un minimo di 3 mamme e un massimo di 6. Facciamo un corso di gruppo per suddividere la spesa.  30 euro a mamma.

I corsi sono riservati ai soci. Se non sei ancora associata, contattaci!

E’ necessario prenotare.  Per info ulteriori scrivici!

I corsi, organizzati in gruppi omogenei a seconda delle età dei bambini, hanno lo scopo di trasmettere le tecniche di legatura per portare davanti, sul fianco e sulla schiena e i principi fondamentali per portare correttamente ed in sicurezza i propri bambini, nonché di sostenere il percorso di relazione nel portare attraverso le diverse fasi di sviluppo del bambino.

Sarà possibile provare diversi supporti per portare (fasce lunghe e corte, mei tai, marsupi ergonomici). Porta il tuo supporto, ma se non lo hai, te ne daremo uno noi .

 

Yoga in gravidanzaLa pratica yoga aiuterà le mamme ad affrontare con consapevolezza il momento di cambiamento che stanno vivendo. Lavorando sul corpo e sulle sensazioni, potranno infatti riappropriarsi di una spontaneità che hanno dimenticato. Durante il corso la mamma proverà tecniche di respiro e rilassamento, posizioni e posture, utili per poter affrontare momenti di stress, paura e dolore anche durante il travaglio e il parto.

A CHI E’ RIVOLTA

Il corso di Yoga è rivolto alle mamme a partire dal 4°mese di gravidanza, anche in caso di cesareo programmato, infatti il focus principale del corso è di rimanere in forma, avere uno spazio dedicato a se stesse, ed  entrare in contatto e in ascolto con se stesse e con il proprio bimbo/a.

A COSA SERVE

Benefici dello Yoga:

-mantiene il corpo attivo, aumentando la flessibilità e la mobilità soprattutto quella del bacino, aiutando quindi il bambino a posizionarsi correttamente per il parto

-riduce i disturbi comuni della gravidanza quali nausea, mal di schiena, affaticamento generale, gonfiore gambe e piedi.

-aiuta le mamme a conoscere, attivare e rilassare  il proprio pavimento pelvico  acquisendo più consapevolezza dello stesso.

-migliora la qualità del sonno attraverso il rilassamento, la meditazione e le tecniche di respirazione

 

Domande più frequenti:

  • Posso iniziare anche se non ho mai fatto yoga?

Certamente si, se la gravidanza è al secondo trimestre, è fisiologica e non vi sono rischi per la mamma e il feto.

  • Posso continuare a praticare yoga durante la gravidanza se già praticavo?

Si,  a partire dal secondo trimestre. Nelle nostre lezioni di yoga in gravidanza andremo a provare degli ASANA (posizioni fisiche) che non manterremo in posizione statica proprio per evitare che le mamme in gravidanza vadano in sforzo. Durante la pratica, verranno alternate fasi di riposo in posizioni di base. Non faremo esercizi addominali e non proporremo esercizi che stimolano l’eccessivo  rafforzamento o indurimento del perineo.

  • In gravidanza si possono sperimentare tutte le tecniche di respirazione della pratica yoga?

No,  devono essere evitate tutte le respirazioni che trattengono il respiro in apnea, esercizi tonificanti e respirazioni veloci. In gravidanza è importante che la pausa tra inspiro/espiro sia breve e non forzata

 

QUANDO SI TIENE

Da lunedì 5 febbraio 2024, tutti i lunedì ore 19.00-20.30

 

CONTRIBUTO RICHIESTO:

-abbonamento mensile (4 lezioni) 60€

-lezione singola 20€

 

Per ulteriori info e iscrizione scrivici a: info@latteecoccole.it

.

 

fasciatoiQuando sono diventata mamma, taaaanti anni fa, davvero non sapevo niente di bambini (e non c’erano i social!), quindi mi feci consigliare da mia madre a proposito del cambio del pupo…

La prima casa da sposetti era piccola piccola e soldi e spazio per il fasciatoio non c’erano, il pupo aveva guadagnato per le sue cosine un nostro cassetto.

L’organizzazione per il  cambio quindi era questa: traversina impermeabile e asciugamano sul nostro letto, con bacinella e spugna di mare preziosissima acquistata in viaggio estivo precedente in Grecia, amido di riso, cremine e pomatine varie dei vari pacchi dono, asciugamani di varie taglie, pannolini, ecc.

Sembrava tutto ok, no?

Ben presto però ho imparato alcune cose che non sapevo:

  1. i neonati hanno il vizio di pisciare appena li spogli. Quindi l’asciugamano era uno a cambio: moltiplicazione dei pan(n)i da lavare!
  2. spesso sono abilissimi a farla fuori dall’area prevista! I maschietti poi, possono farla anche a un metro di distanza (e così tocca lavare pure il pavimento, e se ti dice male pure il copriletto)
  3. l’ovatta si appiccica al sederino, le garze grattano un po’, le salviette usa e getta non esistevano e cmq oggi faccio una campagna anti salvietta e in generale anti prodotti usa e getta… come pulire la cacca allora? Optammo quindi per la spugna greca di cui sopra
  4. le spugne non sono proprio tra le cose più igieniche, e per evitare che diventino un ricettacolo di germi e residui di pipì e cacca, tocca lavarle spesso, igienizzarle, bollirle?? Come se non ci fosse altro da fare durante la giornata…
  5. e poi l’acqua nella bacinella o vaschetta? Ti ritrovi a sciacquare la spugna nell’acqua già sporca
  6. è un attimo, una minima disattenzione e la bacinella si rovescia e ti ritrovi il letto allagato! O il bimbo più grande schizza da tutte le parti
  7. se serve un lavaggio più serio, nel “viaggio” dal letto al bagno, spesso il fagottino non è molto felice, soprattutto con un neogenitore alle prime armi un po’ timoroso che lo tiene come se fosse un vaso Ming del XIII Sec. A.C. – la traversata diventa antipatica per tutti
  8. se fa freddo, ti ritrovi un figlio fradicio e infagottato in un mq di asciugamano, per rifare il viaggio all’inverso…

Baby brains

 

LABORATORI DI NEUROSCIENZE 0-4 ANNI

PER GENITORI

Babybrains® è un modo molto efficace per capire come si sviluppa il cervello del tuo bambino e cosa puoi fare tu per lasciare che il processo avvenga in modo efficace e piacevole (per entrambi!).

Vi proponiamo 3 moduli, dalla durata di 3 ore ciascuno:  sabato 24 febbraio , 2 e 9 marzo 2024 dalle 10 alle 13.00  è in partenza il viaggio alla scoperta della meraviglia dei bambini attraverso un corso che ti permetterà di accedere alle più recenti scoperte neuroscientifiche per comprendere in modo divertente e dinamico cosa accade nel cervello dei bambini dalla nascita ai primi 4 anni.

Se ti interessa solo qualche argomento puoi partecipare al singolo modulo al costo di 60 € o iscriverti a tutte e tre le giornate.

 

PRIMO INCONTRO:
Ore 10.00-11.20
Memoria e buone abitudini
Come funziona la memoria dei bambini
Come possiamo trasmettere buone abitudini
Qual è il modo migliore per insegnare qualcosa ai nostri figli
Pausa te-tisana e dolce
Ore 11.40-13.00
Capricci e teoria della mente
Cosa pensano i bambini?
Teoria della mente: comprendere lo sviluppo cognitivo del bambino
Cosa sono veramente i capricci
Distinguere vizi e bisogni

 

SECONDO INCONTRO

Ore 10.00-11.20
Ansia da separazione
Perché il bambino piange quando non vede il genitore?
Cos’è l’ansia da separazione e da dove origina
L’ansia da separazione in base all’età
Riconoscere quando l’ansia da separazione è eccessiva
Riconoscere il ruolo delle regressioni nel percorso di sviluppo

Pausa

Ore 11.40-13.00
Linguaggio e bilinguismo
Come funziona lo sviluppo del linguaggio nel bambino
Come aiutare tuo figlio a sviluppare il linguaggio
Gradi di sviluppo del linguaggio
Il ruolo positivo del bilinguismo (anche se non siamo bilingue)
Quando iniziare a introdurre una seconda lingua

 

TERZO INCONTRO 

Ore 10.00-11.20
‍♀️Motivazione e disciplina
Gli effetti delle punizioni e delle ricompense
Perché (e come) motivare tuo figlio all’apprendimento
Aiutare il bambino a sviluppare il suo potenziale
Approccio L.O.V.E.
Il ruolo della curiosità nell’apprendimento

Pausa

Ore 11.40-13.00
Attaccamento e indipendenza
La relazione con i genitori e il suo ruolo nello sviluppo dell’indipendenza
Cos’è l’attaccamento e il suo ruolo fondamentale nello sviluppo del bambino
Gli stili di attaccamento e i loro effetti a lungo termine
Come accompagnare il bambino nella sua crescita per favorire la sua indipendenza

 

BabyBrains foto Hannah

 

COS’È BABYBRAINS®

osteopataAMBULATORIO OSTEOPATICO

Tutti i mercoledì su appuntamento

Per le socie di Latte & Coccole c’è la possibilità di usufruire dell’ambulatorio osteopatico con un contributo ridotto.

 

Cos’è l’osteopatia?

L’osteopatia è una medicina complementare nata negli Stati Uniti nel XIX secolo, che mira a trattare le disfunzioni che ci disturbano e che impediscono alle varie parti del corpo di svolgere le loro funzioni naturali in modo normale e sano. L’obiettivo della pratica professionale osteopatica è quello di ristabilire la mobilità dei differenti sistemi del corpo, tale da migliorare la loro interazione e regolazione. Gli Osteopati valutano le condizioni di questo sistema “muscolo-scheletrico” cercando le aree di debolezza, squilibrio o eccessiva tensione.
Qualunque potenziale punto debole determinerà un malfunzionamento del corpo che a sua volta influenzerà la salute in generale.

A cosa serve l’osteopatia in gravidanza, post parto e nei bambini piccoli?

Attenzione, il calendario non è esaustivo! Spesso aggiungiamo attività durante la settimana, sulla base delle vostre richieste.

Per ulteriori aggiornamenti, iscrivetevi alla newsletter dal form qui a destra e visitate la nostra Pagina FB

Calendario maggio-giugno

dad-newbornINSIEME A PAPA’ – INCONTRI TEMATICI PER PADRI
La nascita di un figlio o di una figlia si accompagna spesso, ma non sempre, alla
nascita di un padre.
Non è solo un padre biologico e/o legale, ma una figura di riferimento importante per
il processo di crescita del neonato e per il sostegno alla famiglia nelle sue molteplici
forme.
Esser padri è un processo in continuo divenire che attraversa diverse fasi e
parallelamente al figlio o alla figlia anche il padre cresce e si trasforma: accompagna il processo di graduale autonomia e di indipendenza ed educa in coppia con la madre o
con altri partner e figure di riferimento.
Gli incontri tematici “Io e Papà” nascono dall’esigenza di vivere uno spazio di pensiero,
riflessione e socializzazione tra uomini e padri sulla paternità.
L’obiettivo è quello di costruire esperienze positive di scambio, incontro e confronto
con la facilitazione di uno psicologo psicoterapeuta anche lui padre.
Un incontro tra pari e diversi allo stesso tempo, perché non c’è un unico modo di esser
padri ma il migliore possibile partendo dalla conoscenza di noi stessi, dei nostri
modelli di esserlo e dall’abilità a rispondere ai nostri bisogni e a quelli dei nostri figli.
Ogni papà avrà l’opportunità attraverso anche giochi ed esperienze creative in gruppo
di potersi fermare, fare spazio a domande, dubbi, certezze, emozioni e sensazioni del
proprio modo di essere padre.
Il gruppo è aperto a tutti i padri compresi i padri in attesa di un figlio o di una figlia.

Calendario e temi degli incontridad-toddler

Venerdì 21 febbraio
Nuovi padri, vecchi padri o semplicemente padri? Che padre sono?
Come le esperienze di figlio e i modelli del passato condizionano i miei comportamenti
di oggi? Come posso aiutarmi a trovare e riconoscere il mio stile paterno?

Venerdì 6 marzo
Vizi? Capricci? Bisogni? Il papà alle prese con la comunicazione dei figli
Che cosa sono i capricci per un papà? Cosa vuol dire per un papà viziare un figlio?
Quali sono i bisogni di un figlio o di una figlia e quali sono le caratteristiche
fondamentali della comunicazione? Come interpretare al meglio i messaggi
comunicativi del figlio e comprendere le proprie richieste?

Venerdì 13 marzo
Comunicazione non violenta e gestione dei conflitti in famiglia
Come possiamo gestire al meglio i conflitti in famiglia e con i figli? Cosa vuol dire
empatia e non violenza nella comunicazione in famiglia? Quali conseguenze hanno gli
stili di comunicazione paterna e familiare sullo sviluppo e sul benessere bio-psico-
sociale dei figli?

Venerdì 20 marzo
Padri, Genitori e Partner
Come è cambiata la nostra relazione con il partner da quando siamo padri? In che
modo possiamo gestire al meglio i confini e gli spazi della coppia genitoriale e della
coppia coniugale all’interno del nuovo sistema familiare?

Gli incontri vengono confermati con almeno 3 iscrizioni.
Gli incontri si svolgeranno dalle 19.00 alle 21.00 presso Latte & Coccole.

Costi
100€ per 4 incontri
30€ per singoli incontri

Conduttore
Gianluca Lisco
Psicologo, Psicoterapeuta, papà.

Iscrizioni e acconto non rimborsabile del 50% della quota entro e non oltre una settimana prima di ogni incontro (trovi l’ IBAN alla voce “Contatti)

Prenotati mandando una mail a info@latteecoccole.it o con un SMS al 3338411755.

L’incontro è a numero chiuso e su prenotazione – riservato ai soci di Latte & Coccole ass. culturale. 

Se non sei ancora socio puoi fare la tessera annuale (10 euro) arrivando 10 minuti prima. Se tua moglie è già socia, quota ridotta di 5€

Il nuovissimo libro sullo svezzamento



Iscriviti alla Newsletter

SEI UN OPERATORE? VUOI RESTARE AGGIORNATO SUI NOSTRI CORSI?

Un regalo per te!

Calendario attività ed eventi


« Febbraio 2024 »
Mo Tu We Th Fr Sa Su
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      

siamo presenti anche:

Condividi questa pagina:

|