HAI RICERCATO IL TAG ‘incinta’

 

Yoga in gravidanzaLa pratica yoga aiuterà le mamme ad affrontare con consapevolezza il momento di cambiamento che stanno vivendo. Lavorando sul corpo e sulle sensazioni, potranno infatti riappropriarsi di una spontaneità che hanno dimenticato. Durante il corso la mamma proverà tecniche di respiro e rilassamento, posizioni e posture, utili per poter affrontare momenti di stress, paura e dolore anche durante il travaglio e il parto.

A CHI E’ RIVOLTA

Il corso di Yoga è rivolto alle mamme a partire dal 4°mese di gravidanza, anche in caso di cesareo programmato, infatti il focus principale del corso è di rimanere in forma, avere uno spazio dedicato a se stesse, ed  entrare in contatto e in ascolto con se stesse e con il proprio bimbo/a.

A COSA SERVE

Benefici dello Yoga:

-mantiene il corpo attivo, aumentando la flessibilità e la mobilità soprattutto quella del bacino, aiutando quindi il bambino a posizionarsi correttamente per il parto

-riduce i disturbi comuni della gravidanza quali nausea, mal di schiena, affaticamento generale, gonfiore gambe e piedi.

-aiuta le mamme a conoscere, attivare e rilassare  il proprio pavimento pelvico  acquisendo più consapevolezza dello stesso.

-migliora la qualità del sonno attraverso il rilassamento, la meditazione e le tecniche di respirazione

 

Domande più frequenti:

  • Posso iniziare anche se non ho mai fatto yoga?

Certamente si, se la gravidanza è al secondo trimestre, è fisiologica e non vi sono rischi per la mamma e il feto.

  • Posso continuare a praticare yoga durante la gravidanza se già praticavo?

Si,  a partire dal secondo trimestre. Nelle nostre lezioni di yoga in gravidanza andremo a provare degli ASANA (posizioni fisiche) che non manterremo in posizione statica proprio per evitare che le mamme in gravidanza vadano in sforzo. Durante la pratica, verranno alternate fasi di riposo in posizioni di base. Non faremo esercizi addominali e non proporremo esercizi che stimolano l’eccessivo  rafforzamento o indurimento del perineo.

  • In gravidanza si possono sperimentare tutte le tecniche di respirazione della pratica yoga?

No,  devono essere evitate tutte le respirazioni che trattengono il respiro in apnea, esercizi tonificanti e respirazioni veloci. In gravidanza è importante che la pausa tra inspiro/espiro sia breve e non forzata

 

QUANDO SI TIENE

Da lunedì 5 febbraio 2024, tutti i lunedì ore 19.00-20.30

 

CONTRIBUTO RICHIESTO:

-abbonamento mensile (4 lezioni) 60€

-lezione singola 20€

 

Per ulteriori info e iscrizione scrivici a: info@latteecoccole.it

.

 

Cosa succede dentro la pancia?

SECONDO TRIMESTRE

Nella 13a settimana

  • Mamma. Sei entrata nel 2° trimestre! Disolito ora inizia un periodo felice, senza nausee e sonnolenza, e ancora non troppo appesantita. Goditi la tua pancia che inizia a farsi vedere e svolgi le tue normali attività: non sei malata ma semplicemente incinta.
  • Bimbo. Il suo pancreas lavora e già produce insulina (quindi attenta a non esagerare con gli zuccheri!), si sono formati gli abbozzi di tutti i dentini,

Nella 14a settimana

  • Mamma. L’utero è cresciuto e si sposta sopra alle pelvi perché non ci sta più!  Aumenta il tuo sangue, così vedi più vene in superficie e potresti sentire più caldo. Hai preso un paio di kg?
  • Bimbo. Pesa 14 grammi ed è lungo 8 centimetri. Puoi vederlo muovere braccia e gambe tramite l’ecografia.

Nella 15a settimana

  • Mamma. L’utero è cresciuto e si sposta sopra alle pelvi perché non ci sta più!  Aumenta il tuo sangue, così vedi più vene in superficie e potresti sentire più caldo. Hai preso un paio di kg?
  • Bimbo. Pesa 14 grammi ed è lungo circa 8 centimetri. Puoi vederlo muovere braccia e gambe tramite l’ecografia.

Nella 16a settimana

  • Mamma. Hai sentito uno sfarfallio o dei colpetti nella pancia? Sì, potrebbe essere proprio il tuo bambino! Se non lo senti in questa settimana, tranquilla, accadrà prima della fine della 20°.
  • Bimbo. È arrivato a pesare circa un etto! È lungo circa 15-17cm, spesso ha il singhiozzo, e se arriva una forte luce attraverso l’utero, si copre gli occhi con le mani.

Nella 17a settimana

  • Mamma. Molte mamme da questo periodo hanno dei bruciori di stomaco: mangiare un biscotto secco può aiutarti. I legamenti si allentano per prepararsi all’accrescimento dell’utero e al parto.
  • Bimbo. Ha iniziato a metter su la ciccia, cioè il tessuto adiposo sotto la pelle sottile e quasi trasparente. Per proteggerla, produce una sostanza grassa protettiva che la ricopre: la vernice caseosa. I suoi occhi sono ben sviluppati ma per lo più ancora chiusi.

Nella 18a settimana

  • Mamma. Hai visto come è cambiato il seno? Ora si è scurita anche l’areola, e si vedono dei puntini sopraelevati tutti intorno all’areola, sono ghiandoline. Tutto indica che il tuo seno si sta preparando ad allattare dopo il parto!
  • Bimbo. In questo periodo diventa più sensibile ai suoni e rumori, perché le ossa si stanno indurendo e il cervello si sta sviluppando. Inizia così ad abituarsi ai suoni e voci familiari.

Nella 19a settimana

  • Mamma. Potrebbe esserti aumentato l’appetito: non devi fare una dieta rigorosa, perché al tuo bambino serve energia e nutrienti per crescere, ma neanche mangiare per due. Soprattutto, mangia cibo sano!
  • Bimbo. Iniziano a crescere i capelli! I reni lavorano e fa la pipì nel liquido amniotico che viene costantemente filtrato e ripulito dalla placenta. Dorme tanto, e di solito si sveglia quando la mamma si mette a letto.

Nella 20a settimana

  • Mamma. La tua pancia è diventata ben evidente, e l’utero preme anche sulla vescica così devi andare a fare spesso pipì, cosa necessaria anche per evitare che le sostanze di scarto tornino in circolo e quindi anche al feto.
  • Bimbo. Ora pesa circa 300 gr e i suoi movimenti sono perfettamente percepibili. Nelle ovaie delle femminucce si stanno già formando i primitivi ovuli.

Nella 21a settimana

  • Mamma. Sei entrata nella 2° metà della gravidanza! Controlla di non esagerare col sale soprattutto se noti una certa ritenzione idrica, hai le gambe o i piedi gonfi, o la pressione che tende in alto. Quando dormi o riposi, metti i piedi più in alto del livello del tuo stomaco.
  • Bimbo. I suoi polmoni iniziano a lavorare, ma non sono ancora in grado di respirare nel vero senso della parola. Sta sveglio e dorme ad intervalli regolari, in modo simile a quello che farà una volta nato, ma molto diverso dal sonno di un adulto.

Nella 22a settimana

  • Mamma. Hai già iniziato a pensare a dove fare il corso di accompagnamento alla nascita? Se hai iniziato a sentirti il fiato corto, per via delle dimensioni dell’utero, questo è uno dei tanti motivi per frequentare un corso dove facciano tecniche di respirazione.
  • Bimbo. Il tuo bebè ora è lungo circa 25-30 cm e pesa più o meno 450 gr. Tieni presente che c’è un ampia variabilità in questi numeri e che le ecografie non sono completamente attendibili! Se è un maschietto, i suoi testicoli sono formati e scendono nello scroto.

Nella 23a settimana

  • Mamma. Potresti iniziare a sentire le contrazioni di Braxton Hicks, contrazioni dell’utero non dolorose e irregolari tipiche del terzo trimestre. Servono per preparare l’utero al travaglio e non devono farti preoccupare. Ma se sono molto spesso, fermati, il tuo corpo ti dice che devi prenderti un po’ di pausa Se invece senti dolore, chiama il tuo ginecologo.
  • Bimbo. Il grasso sotto pelle diventa sempre di più, e la pelle appare rossiccia. Il bambino fa movimenti sempre più vigorosi, scalcia e si muove nel suo spazio ancora con facilità.

Nella 24a settimana

  • Mamma. Il fondo dell’utero è arrivato al livello dell’ombelico o lo ha anche superato di un paio di cm! Grazie ai movimenti tu e il tuo bambino comunicate e imparate a conoscervi sin da ora.
  • Bimbo. . Lo sviluppo del bambino è giunto a un punto per cui ora gli organi sono praticamente tutti formati. Nelle prossime settimane dovrà aumentare la massa muscolare e l’adipe, perfezionare lo sviluppo, fare pratica con alcune funzioni fondamentali come suzione e deglutizione.

Nella 25a settimana

  • Mamma. Sei entrata nell’ultimo trimestre della tua gravidanza. Molte mamme si sentono in piena forma in questo periodo. Dedicati a te stessa e alla tua pancia, per quanto possibile, ritagliandoti momenti per te e il tuo partner.
  • Bimbo. L’organo meno sviluppato ora sono i polmoni. Un bimbo nato a questa settimana può vivere fuori dall’utero solo grazie al progresso della medicina, e rimanere per molto tempo in ospedale, finché i polmoni non saranno in grado di lavorare da soli.

Nella 26a settimana

  • Mamma. Anche il papà può finalmente sentire distintamente i movimenti del bambino! Fare una moderata attività fisica e dello yoga ti aiuterà a gestire meglio i fastidi della pancia che cresce.
  • Bimbo. Il suo sviluppo procede a ritmo costante, ora è lungo circa 25-27cm e pesa più o meno 800 gr. Il cordone ombelicale cresce ancora e diviene più spesso.

Nella 27a settimana

  • Mamma. Se ancora non lo hai fatto, è proprio il momento per iscriverti al corso preparto! Controlla quello che mangi e il tuo stile di vita: una sana alimentazione e abitudini sono qualcosa che ti faranno bene anche ben oltre la gravidanza!
  • Bimbo. Secondo alcune ricerche, i bambini iniziano a sognare da questa settimana: cosa sognano? Nessuno lo sa: probabilmente suoni, colori, sensazioni… Il loro cervello resta attivo e compaiono delle caratteristiche scanalature sulla sua superficie del cervello, insieme allo sviluppo di ulteriori tessuti cerebrali.

Questo articolo ti è stato utile? Iscriviti alla newsletter per non perdere gli altri! E vieni ai nostri incontri gratuiti e attività per conoscerci meglio!

.

Il nuovissimo libro sullo svezzamento



Iscriviti alla Newsletter

SEI UN OPERATORE? VUOI RESTARE AGGIORNATO SUI NOSTRI CORSI?

Un regalo per te!

Calendario attività ed eventi


« Aprile 2024 »
Mo Tu We Th Fr Sa Su
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

siamo presenti anche:

Condividi questa pagina:

|