SEI NELL'AREA TEMATICA ‘0- 4 ANNI’

18619923_10213196028674522_3112630923592909914_nMercoledì 31 maggio porta il tuo bambino all’evento

“Giochiamo con la luce e i colori!”

laboratorio sensoriale per bimbi da 9 mesi a 5 anni

 

Vieni a questo suggestivo laboratorio e porta la fotocamera: non ve ne pentirete!

 

.

.A cosa serve un laboratorio sensoriale?

 I sensi inizialmente in ogni bambino esistono come potenzialità alla nascita poi si sviluppano in risposta all’esperienza. Essi sono i canali attraverso i quali riceviamo informazioni sia dal nostro ambiente interno (senso di Sé) che da quello che ci circonda (ambiente esterno).
I bambini costruiscono le loro competenze attraverso la percezione, un processo fisico/emotivo mediante il quale un’informazione sensoriale viene interpretata, accolta oppure respinta. L’efficienza di accogliere o rifiutare tali informazioni è la scelta, la risposta adeguata al bisogno del momento.

 

sonno2Perché mio figlio ha risvegli notturni?
Un neonato può “imparare” a dormire tutta la notte?
Esiste un metodo valido per tutti?
Come addormentare i bimbi piccoli?
E come comportarsi quando si svegliano di notte?
Meglio farli dormire nella propria stanza o vicino ai genitori?

Queste sono alcune domande che si pongono i genitori insonni dopo la nascita di un figlio. Del sonno neonatale si parla poco durante la gravidanza e tanto dopo la nascita nel tentativo, da parte dei neogenitori, di trovare un modo efficace per far dormire di più i figli e tutta la famiglia!

Durante l’incontro parleremo delle caratteristiche fisiologiche del sonno neonatale e infantile, potremo rispondere insieme queste e tutte le tue altre domande sul sonno e sull’addormentamento dei bambini piccoli.

Quando: martedì 13 giugno dalle 17.30 alle 19.00.

Contributo: 1 incontro € 25,00 a persona o € 35,00 la coppia

Conduttrice e facilitatrice: Carmen Rizzelli, Psicologa clinica e Psicoterapeuta Psicodinamica. Esperta in Psicologia Perinatale. Practicioner EMDR I Livello

– e con Martina Carabetta, IBCLC, mamma di 2 ragazzi, fondatrice di Latte & Coccole.

Prenotati mandando una mail a info@latteecoccole.it o con un SMS al 3338411755.

 

L’incontro è a numero chiuso e su prenotazione – riservato ai soci di Latte & Coccole ass. culturale.

Se non sei ancora socio puoi fare la tessera annuale (10 euro) arrivando 10 minuti prima.

L’incontro è soggetto ad annullamento o a posticipazione se non viene raggiunto un numero minimo di partecipanti.  La data sarà confermata quanto prima ci arrivano le prenotazioni, iscriviti subito!

 

kdo-001Mercoledì 17 maggio porta il tuo bambino all’evento

“Mani e piedi dappertutto!”

laboratorio sensoriale per bimbi da 9 mesi a 3 anni

.

.

A cosa serve un laboratorio sensoriale?
 I sensi inizialmente in ogni bambino esistono come potenzialità alla nascita poi si sviluppano in risposta all’esperienza. Essi sono i canali attraverso i quali riceviamo informazioni sia dal nostro ambiente interno (senso di Sé) che da quello che ci circonda (ambiente esterno).
I bambini costruiscono le loro competenze attraverso la percezione, un processo fisico/emotivo mediante il quale un’informazione sensoriale viene interpretata, accolta oppure respinta. L’efficienza di accogliere o rifiutare tali informazioni è la scelta, la risposta adeguata al bisogno del momento.

9788896939215Martedì 18 aprile al Bebè Cafè occasione imperdibile!

Proiezione e discussione del DVD “Il primo sguardo”, intervista a Marshall Klaus.

In questo DVD il Prof. Marshall Klaus, neonatologo di fama internazionale e consigliere OMS/UNICEF ci spiega come mai le prime ore di vita sono così preziose:

“A differenza di ciò che si crede, il bambino nasce sveglio e attento, in uno stato ideale per conoscere i genitori.”

Grazie alle esperienze intime e commoventi di quattro famiglie “appena nate” scopriremo come il bambino dovrebbe essere accolto per facilitare il legame affettivo e per agevolare alcuni importantissimi processi fisiologici tra cui la colonizzazione batterica, la termoregolazione e l’avvio dell’allattamento.
Viene spiegato inoltre come riconoscere il linguaggio corporeo del piccolo per meglio capire le sue esigenze, sin dai primi minuti di vita!

Cosa gli faccio fare tutto il santo giorno?
Cosa può fare per le sue capacità ed età?
Gli sto dando gli “stimoli giusti”?
Con quali giocattoli farlo/a giocare?
 
L’attività principale di un bambino è quella di sperimentare se stesso ed esplorare il mondo che lo circonda. Il proprio modo di sentire, conoscere lo spazio, le sue capacità motorie e di relazione si esprimono attraverso l’arte del gioco e del movimento, strumenti questi che facilitano i naturali processi evolutivi e di apprendimento del bambino. E’ importante che in questa prima fascia di età ciò avvenga sulla base delle sue capacità correlate all’età e punto dello sviluppo psicomotorio e con la presenza del genitore che rassicura e rinforza ogni sua scoperta.

Il movimento fisico dalla prima infanzia e per tutta la vita, gioca un ruolo importante nella creazione delle reti neurali, che stanno alla base dell’apprendimento

Carla Hannaford

Il laboratorio “Cresciamo insieme” offre uno spazio di gioco ai genitori e ai bambini da 0 a 15 mesi e da 16 mesi a 4 anni. Ogni bimbo potrà conoscere e sperimentare oggetti morbidi ed elastici, come la stoffa, resistenti, come il legno, che si lanciano come una palla, spazio per muoversi in tanti modi diversi, tutto sarà nuovo e importante, e soprattutto sarà al servizio dello sviluppo delle sue abilità motorie, inoltre la condivisione con gli altri bambini favorirà la socializzazione.

Le attività e spunti che vi daremo nel laboratorio saranno preziosi per poter poi organizzare tempi e spazi a casa, capire cosa aspettarsi dal bambino e come farlo giocare e intrattenerlo nell’arco della giornata in modo corretto e piacevole sia per il piccolo che per i genitori.

dad-newbornLa nascita di un figlio o di una figlia si accompagna spesso, ma non sempre, alla nascita di un padre.

Non è solo un padre biologico e/o legale, ma una figura di riferimento importante per il processo di crescita del neonato e per il sostegno alla famiglia nelle sue molteplici forme.

dad-toddlerEsser padri è un processo in continuo divenire che attraversa diverse fasi e parallelamente al figlio o alla figlia anche il padre cresce e si trasforma: accompagna il processo di graduale autonomia e di indipendenza ed educa in coppia con la madre o con altri partner e figure di riferimento.

 

dads

Gli incontri tematici “Io e Papà” nascono dall’esigenza di vivere uno spazio di pensiero, riflessione e socializzazione tra uomini e padri sulla paternità.

L’obiettivo è quello di costruire esperienze positive di scambio, incontro e confronto con la facilitazione di uno psicologo psicoterapeuta anche lui padre.

istock-mum-and-bub-imageForse conosci il Pilates per i suoi benefici generali e durante la gravidanza. Ma sai che può farti molto bene anche dopo il parto?

Questo corso ti permetterà di recuperare la tua forma fisica dopo la gravidanza e il parto, e concilia anche il tuo essere mamma, perché puoi portare con te il tuo bambino che anzi sarà parte integrante degli esercizi, vi divertirete insieme e non dovrai rinunciare a dedicare a te stessa uno spazio settimanale in un ambiente caldo e accogliente a misura di mamma e bambino.

A cosa serve il Pilates in gravidanza e post parto


Il tuo bambino sta diventando troppo pesante o
'ingombrante' da portare avanti o sul fianco?
Vorresti avere le braccia libere mentre lo porti
 in braccio?
Sai che puoi gestire buona parte delle tue attività
quotidiane portando tuo figlio in modo corretto per
 entrambi, meno stancante per la tua schiena?

Vieni a imparare come portare il tuo piccolo sulla
schiena al prossimo corso PRATICO con Veronica
Ghiglieri, Consulente certificata della Scuola del portare.
Quando: sabato 28 giugno 2016 dalle 15,00 alle 18,00
Per chi: mamme e papà con bimbi dai 6/8 mesi in poi.
Costo: 30 euro a persona. Le coppie o altri accompagnatori (nonne,
 Come funzionano i corsi pratici sul portare?

A seconda dell’età del tuo bambino, puoi scegliere

tra 3 date diverse, dove imparerai e farai pratica con la

Consulente del Portare le legature più adatte a voi.

Se non hai ancora una fascia, te la prestiamo noi!
I corsi, organizzati in gruppi omogenei a seconda delle età 
dei bambini, hanno lo scopo di trasmettere le tecniche di 
legatura per portare davanti, sul fianco e sulla schiena e 
i principi fondamentali per portare correttamente ed in
sicurezza i propri bambini, nonché di sostenere il percorso
di relazione nel portare attraverso le diverse fasi di 
sviluppo del bambino.

Sarà anche possibile provare diversi supporti per portare 
(fasce lunghe e corte, mei tai, marsupi ergonomici).
Gli incontri si terranno con un minimo di 3 e un massimo
 di 6 partecipanti e sono rivolti sia a genitori che non hanno
 mai portato, sia a genitori che hanno già iniziato a portare e vogliono migliorare o 
rafforzare l’apprendimento dei passaggi e dei dettagli per le legature. 
E’ necessario prenotare entro il 21 giugno.
 

 

 

 

Domenica 2 aprile  alle ore 17.00 torna la Lezione concerto per bimbi  e genitori  ispirata alla Music Learning Theory di E. Gordon.

Il nostro insegnante AIGAM, Daniele Montanari, e tre musicisti ospiti canteranno e suoneranno per loro.

Bambini i genitori si troveranno immersi in un’atmosfera rilassata e stimolante, ricca di opportunità di apprendimento e di interazione con il magico mondo della musica.

La lezione concerto è per genitori accompagnati dai bambini di età compresa tra 0 e 3 anni. Sono benvenuti i fratelli più grandi.


E’ necessaria la prenotazione entro il 20 marzo 2017. La Lezione concerto è a numero chiuso.Orario: 17.00 – 18.30
Costi: per ogni genitore con un bambino: 20 euro merenda inclusa per tutti due genitori e un bambino    25 euro merenda inclusa per tuttidue genitori e due bambini   30 euro merenda inclusa per tutti

Vi aspettiamo domenica 2 aprile insieme alla magia della musica e ogni giovedì alle 17.30 alla Musicainfasce!

.


Martedì 23 febbraio alle ore 17.30 – fino alle 19.00 circa – incontro gratuito per futuri e neogenitori con Franco De Luca, pediatra e omeopata, autore del libro “Bambini e (troppe) medicine”.

Quali sono i malanni che più spesso affliggono i nostri bambini?

Come comportarci di fronte a un raffreddore, mal di gola, tosse o vomito e diarrea?

Come faccio a capire se è una cosa più seria?

Come capisco se devo andare in ospedale?

Serve davvero l’antibiotico?

Come capisco se il bambino cresce bene?

Questo incontro vuole:

Iscriviti alla Newsletter

Un regalo per te!

Calendario attività ed eventi


« Giugno 2017 »
Mo Tu We Th Fr Sa Su
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

siamo presenti anche:

Condividi questa pagina:

|