HAI RICERCATO IL TAG ‘educazione’

Baby brains

 

LABORATORI DI NEUROSCIENZE 0-4 ANNI

PER GENITORI E EDUCATORI

 

PRESENTAZIONE GRATUITA A CURA DI HANNAH MORLEY-FLETCHER SABATO 7 DICEMBRE DALLE 10,00 ALLE 11,30. BAMBINI BENVENUTI!

 

  • Le buone Abitudini e la Memoria
  • Manipolazione e Teoria della Mente • Ansia da Separazione e Permanenza
  • Bilinguismo e Linguaggio • Disciplina e Motivazione
  • Indipendenza e Attaccamento

 

BabyBrains foto Hannah

 

COS’È BABYBRAINS®

 

Babybrains® è un modo molto efficace per capire come si sviluppa il cervello del tuo bambino e cosa puoi fare tu per lasciare che il processo avvenga in modo efficace e piacevole (per entrambi!).

I genitori si trovano a dover quadrare mille cerchi nel trovare un equilibrio (anche instabile) fra realizzazione personale, professionale e familiare. Questo avviene a volte in un contesto di solitudine, mancanza di supporto (esempio: famiglia lontana) o – peggio – di ostilità (esempio: famiglia troppo vicina…). Nella corsa per sopravvivere al quotidiano, è facile perdere di vista l’essenziale e i genitori finiscono spesso per sentirsi frustrati e incapaci.

La verità è che siamo programmati per essere genitori. La scienza ce l’ha provato non una ma mille volte. Ed è appunto questa conoscenza che Babybrains® vuole mettere al servizio di ogni mamma e di ogni papà. Babybrains® infatti ti spiega quello che nessun genitore dovrebbe ignorare sullo sviluppo del cervello e della mente del bambino.

Questo ti permetterà di impostare il tuo rapporto con tuo figlio e – forse ancora più importante – di mettere tuo figlio nelle condizioni di svilupparsi al meglio e di realizzare appieno il suo potenziale.

BabyBrains è un’espressione che gli anglofoni usano affettuosamente per riferirsi ai cali di attenzione/memoria/concentrazione tipici delle donne incinte. A noi il cervello delle donne incinte piace un sacco. Le future mamme sono forse un po’ meno attente a numeri e dettagli, ma in cambio vedono il quadro di insieme e sanno mettersi nei panni altrui meglio di chiunque altro.

È ai cervelli di tutte le (future) mamme che Babybrains® è dedicato; oltre che a papà, nonne e nonni, babysitter, educatori – insomma a chiunque sia interessato a comprendere come si sviluppa il cervello dei bambini per potersi relazionare in modo efficace e armonioso con queste piccole persone e i loro bisogni.

Babybrains® è il laboratorio che rende accessibili ai non-esperti le ultime scoperte psicologiche e neuroscientifiche sullo sviluppo del cervello dal concepimento al quarto anno di vita, assicurandosi che il sapere più aggiornato in materia non serva solo alle riflessioni degli scienziati in laboratorio, ma venga posto al servizio di chi con i bambini e il loro sviluppo si trova in prima linea tutti i giorni: i genitori! E’ stato ideato da Silvia Dalvit Menabè, PhD., neuroscienziata e mamma di tre figli, come un ponte tra i silenziosi laboratori e le case probabilmente più rumorose delle famiglie, ponendo la scienza e il divertimento come materiali fondamentali di tale costruzione. E’ approvato dall’università di Cambridge e l’impatto sul benessere perinatale delle mamme è stato dimostrato da uno studio indipendente dell’università dell’Essex.

Babybrains® segue un approccio scientifico alla genitorialità ed alla relazione coi bambini, basato su dati empirici e sui meccanismi conosciuti del cervello, del corpo e della mente.

NON è un corso per insegnare un sistema di comportamenti o tecniche da applicare con i bambini; piuttosto, è una serie di incontri divertenti per grandi e piccoli in cui acquisire delle informazioni che poi permetteranno ad ogni famiglia a trovare le proprie strategia di risposta più adeguate al proprio unico ed irripetibile mix di bisogni e risorse, facilitata in questo dall’approccio LOVE (Learnn through Observation Validate through Experience): scientifico e divertente.

https://www.youtube.com/watch?v=PeLpksyuNmg

 

LO SCOPO

Bambini e genitori realizzati e felici. Un mondo migliore. (Ci piace puntare alto.)

 

LE PROMESSE

Qualità – 100% contenuto scientificamente provato

Accessibilità – 100% parole povere

Praticità – 100% conoscenze utili e utilizzabili immediatamente

 

IL PROGRAMMA

Modulo I (da completare in gravidanza, o al più presto)

Apprendimento Prenatale, Bonding & Rooming-in

 

Modulo II (da completare entro il sesto mese del bambino)

Theory of Mind, Ansia da Separazione & Attaccamento

 

Modulo III (da completare entro il terzo anno del bambino)

Linguaggio, Motivazione & Emozioni

 

I dettagli del laboratorio:

I moduli sono suddivisi in due incontri ciascuno, per un totale di 6 incontri per laboratorio.

Ogni incontro dura circa 90 minuti e il costo è di 40 € a persona per ogni incontro (20 Euro per il secondo partecipante se si partecipa in coppia).

Se si decide di fare tutto il percorso di 6 incontri il costo è invece scontato a 180 € a partecipante, che può invitare gratuitamente un altro partecipante ad uno dei 6 incontri (ad esempio la suocera…). Per chi partecipa in coppia c’è un’ulteriore agevolazione: 240 € totali!

Attenzione! Per chi prenota il 7 dicembre alla presentazione sarà applicato uno sconto come segue: 30 Euro invece di 40 €!Per il secondo partecipante 10 €  invece di 20 €! 150 € invece di 180 € per tutto il percorso, 175 € invece di 240€  per la coppia!

I materiali sono inclusi nel prezzo. 

I bambini sono sempre più che benvenuti! Se sono in un’età in cui si muovono da soli nello spazio e necessitano di supervisione, è consigliabile prevedere di organizzare preventivamente un supporto per assicurarsi di poter seguire l’incontro.

 

Quando: 

sabato 25 gennaio 2020 – orario: 9,30 – 12,30 

sabato 1 febbraio 2020  – orario: 9,30 – 12,30 

sabato 8 febbraio 2020 – orario: 9,30 – 12,30 

 

Laboratori a numero chiuso. Iscrizioni entro e non oltre le date indicate

Per ulteriori info e iscrizioni, scrivici a info@latteecoccole.it specificando nell’oggetto “BabyBrains”

 

homemade-instrument-4Martedì 19 novembre porta il tuo bambino al laboratorio

“Tocca e suona!”

Laboratorio sensoriale su tatto e udito per bimbi da 1 a 4 anni
Venite a esplorare e sviluppare i sensi con noi, giocando tutti insieme dalle 17,00!

.

Cosa è e a che cosa serve un laboratorio sensoriale?

 I sensi inizialmente, alla nascita, esistono in ogni bambino  come potenzialità,  poi si sviluppano in risposta all’esperienza.
Essi sono i canali attraverso i quali riceviamo informazioni sia dal nostro ambiente interno (senso di Sé) che da quello che ci circonda (ambiente esterno).
I bambini costruiscono le loro competenze attraverso la percezione, un processo fisico/emotivo mediante il quale un’informazione sensoriale viene interpretata, accolta, oppure respinta. L’efficienza nell’accogliere o rifiutare tali informazioni è la scelta, la risposta adeguata al bisogno del momento.

 

famiglia

Mamma, Papà, da quando siete genitori, non avete un attimo per parlare della nuova vita a tre?

L’ arrivo del bimbo/a ha destabilizzato i vostri equilibri e faticate nel ritrovare la calma anche verso l’altro? O qualcosa non è proprio come ve lo aspettavate?

Vi trovate spesso a essere frustrati o arrabbiati l’uno con l’altro?

Vorreste trovare un terreno comune per l’educazione dei figli?

 

Fermiamo il Tempo, in uno Spazio a voi genitori dedicato per poter condividere in totale libertà ed in un piccolo gruppo, qualsiasi cambiamento che la nascita di un figlio può generare.

 

 Se una società vuole veramente proteggere i suoi bambini

deve cominciare ad occuparsi dei Genitori

John Bowlby

 

Nel primo anno di vita di una Coppia genitoriale accadono davvero molte cose, in cui gli eventi, dalla gravidanza, nascita e puerperio si susseguono ad una “velocità” tale che non consentono di fermarsi ed elaborare dei momenti particolarmente significativi, sia per la neo mamma che per il neo papà.

Asilo-sì-asilo-no_3
Martedì 8 gennaio 2019 dalle 10,30 alle 12,30 incontro tematico con Antonella Sagone, psicologa e IBCLC e Martina Carabetta, IBCLC e Presidente di Latte & Coccole sul tema dell’ INSERIMENTO ALL’ASILO

 

Il tuo bambino va già all’asilo o alla materna?

Deve iniziare a gennaio?

Sei in ansia per l’inserimento o sei preoccupata per come sta già andando?

 

Quando un bambino inizia l’asilo, spesso per i genitori è un periodo difficilissimo: pianti, proteste, risvegli notturni…
Chi ci consiglia di tenere duro, chi ci dice di tapparsi le orecchie tanto poi passa…
In questo incontro-dibattito con l’aiuto di Antonella Sagone, psicologa ed IBCLC (Consulente Professionale in Allattamento Materno), daremo spazio ai vostri timori e frustrazioni e cercheremo di fare chiarezza sui motivi per cui il vostro angioletto si è trasformato da quando è iniziato l’asilo:

– perché non vuole andare all’asilo?

– come faccio se ancora allatto?

– come faccio a capire se quella struttura è quella giusta?

– l’asilo è necessario per socializzare?

– da quando va all’asilo è regredito…

– tempo pieno sì o no?

Ne parleremo insieme martedì 8 gennaio 2019 dalle 10,30 alle 12,30 

Per chi: genitori, educatori di asilo, psicologi ed operatori interessati

Contributo richiesto: l’incontro costa 10 euro (se venite in coppia il papà è gratis).

Prossimo tema:  martedì 15 gennaio 2019 – E ORA COME SMETTO?? Smettere di allattare: quando? Cosa devo aspettarmi? Come farlo?

L’incontro è condotto da Antonella Sagone, psicologa, IBCLC, mamma di 2, e Martina Carabetta, IBCLC, mamma di 2 ragazzi, fondatrice di Latte & Coccole.

Prenotati mandando una mail a info@latteecoccole.it o con un SMS al 3338411755.

L’incontro è a numero chiuso e su prenotazione – riservato ai soci di Latte & Coccole ass. culturale.

Se non sei ancora socio puoi fare la tessera annuale (10 euro) arrivando 10 minuti prima.

.

 

xmasINCONTRO TEMATICO “AIUTO! AMICI E PARENTI!” martedì 11 dicembre alle 10.30

Da quando hai partorito (ma spesso anche da prima), avviene un fenomeno inspiegabile: tutti ne sanno più di te, e si sentono in dovere di dispensare le loro preziose perle di saggezza. E generalmente sei tu quella che sta sbagliando qualcosa…

Ovviamente sei inesperta, soprattutto se sei al primo figlio, ma ciò non significa che ti sei totalmente instupidita!

Eppure ti potresti trovare continuamente sommersa di consigli, sulle cose più banali e disparate: l’hai vestito troppo; l’hai vestito troppo poco; lo allatti di nuovo? ma sei sicura che il tuo latte è buono? non lo tenere troppo in braccio che si vizia; abitualo a stare con altre persone; eh, si vede che già l’avete viziato! perché non gli dai l’acqua, la camomilla, il succo di limone per il singhiozzo? lascialo un po’ piangere che gli si aprono i polmoni; mah, ai miei tempi non si faceva mica così…
E se questo succede per tutto l’anno, non parliamo del tour-de-force delle Feste! Una vera e propria immersione intensiva in cerchie amicali e parentali concentrate!!

Prima di rischiare una lite familiare o che accoltelli il prossimo che si avvicina a te, vieni a questo incontro tematico in cui rideremo (e forse ci lasceremo sfuggire anche qualche lacrima) un po’ sulle scenette tipiche che accadono ai neogenitori, e scopriremo qualche trucchetto utile di sopravvivenza e comunicazione efficace, sulla base della Comunicazione non violenta.

IMG_0155c (FILEminimizer)Mercoledì 24 ottobre porta il tuo bambino al laboratorio

“Tatto e contatto!”

laboratorio sensoriale per bimbi da 1 a 4 anni
 Venite a esplorare e sviluppare i sensi con noi, giocando tutti insieme mercoledì 24 ottobre dalle 17,00!

.

.

Cosa è e a che cosa serve un laboratorio sensoriale?
 I sensi inizialmente in ogni bambino esistono come potenzialità alla nascita poi si sviluppano in risposta all’esperienza. Essi sono i canali attraverso i quali riceviamo informazioni sia dal nostro ambiente interno (senso di Sé) che da quello che ci circonda (ambiente esterno).
I bambini costruiscono le loro competenze attraverso la percezione, un processo fisico/emotivo mediante il quale un’informazione sensoriale viene interpretata, accolta oppure respinta. L’efficienza di accogliere o rifiutare tali informazioni è la scelta, la risposta adeguata al bisogno del momento.

dad-newbornLa nascita di un figlio o di una figlia si accompagna spesso, ma non sempre, alla nascita di un padre.

Non è solo un padre biologico e/o legale, ma una figura di riferimento importante per il processo di crescita del neonato e per il sostegno alla famiglia nelle sue molteplici forme.

dad-toddlerEsser padri è un processo in continuo divenire che attraversa diverse fasi e parallelamente al figlio o alla figlia anche il padre cresce e si trasforma: accompagna il processo di graduale autonomia e di indipendenza ed educa in coppia con la madre o con altri partner e figure di riferimento.

 

dads

Gli incontri tematici “Io e Papà” nascono dall’esigenza di vivere uno spazio di pensiero, riflessione e socializzazione tra uomini e padri sulla paternità.

L’obiettivo è quello di costruire esperienze positive di scambio, incontro e confronto con la facilitazione di uno psicologo psicoterapeuta anche lui padre.

Laboratorio per bimbi da 9 mesi a 4 anni, accompagnati da un genitore (o baby sitter, nonno, ecc)

 

Scatoline, scatolone
Di plastica, legno o cartone
Cosa c’è dentro? Cosa c’è fuori?

Ci troverò forse tanti tesori?
Con il dentro e fuori giochiamo
E tante cose noi impariamo.

La scatola di un gioco spesso è più interessante del gioco stesso, non è vero? Sapete perché? Venite a scoprirlo insieme a noi!
I bambini troveranno uno spazio tutto a loro disposizione, pieno di scatole, scatoline e scatoloni di ogni genere e colore, e scopriranno insieme a noi come sono fatte, e a cosa servono, oppure no!
Svuotarle e riempirle, colorarle, piegarle, montarle e smontarle… Cosa possono diventare? Una casetta, un vagone, una montagna o una tana!?

Quando: martedì 26 marzo 2019

Orario: dalle 17.15 alle 18.45

PRENOTATEVI!! Il laboratorio è per massimo 10 bambini ISCRIZIONI ENTRO E NON OLTRE SABATO 23. VERRA’ CONFERMATO CON UN NUMERO MINIMO DI BAMBINI

Per chi: bambini da 10 mesi a 4 anni accompagnati da un adulto

Costo: 20 € a bambino merenda per tutti compresa, i fratellini pagano solo 10€

 

Le attività di Latte & Coccole sono riservate ai soci. Se non hai ancora la tessera, puoi farla qui in sede, viene solo 10 euro e dura per tutto l’anno per tutte le nostre attività!

dadsCome…
Come ascoltare i vostri ragazzi in modo che si sentano capiti.
Come parlare ai vostri ragazzi in modo da farvi capire.
Come concordare norme di comportamento con i vostri ragazzi.
Come evitare i comportamenti che bloccano la comunicazione tra voi e i vostri figli.
Come modificare insieme ai vostri figli l’ambiente domestico in modo da ridurre i problemi della vita in comune.
Come favorire la discussione e l’interazione con i vostri figli acquisendo attitudine all’ascolto.
Come contribuire a risolvere i conflitti in modo che tutte le parti in causa si sentano rispettate.
Come trattare problemi di autorità e di disciplina in modo da salvaguardare sia le vostre esigenze che l’autostima dei vostri figli.
Come evitare le conseguenze negative del permissivismo senza cadere in comportamenti autoritari.
Come aiutare i vostri figli più insicuri e dipendenti ad essere persone fiduciose ed autonome, sviluppando la loro autostima.
Come aiutare i vostri figli nelle scelte e nelle decisioni che riguardano la loro vita.

Perché scegliere il corso Genitori Efficaci?nvc1

Il corso Genitori Efficaci:
* pone l’accento sui rischi dell’uso del potere e le spiacevoli conseguenze di “fare la lezione” ai figli, e propone ai genitori un metodo collaborativo per la risoluzione dei conflitti come vera alternativa ai comportamenti autoritari e permissivi;
* insegna diverse alternative all’uso di metodi autoritari; nuove e migliori modalità per ottenere cambiamenti in quei comportamenti dei figli che risultano inaccettabili per i genitori;
* favorisce un atteggiamento “positivo” nella relazione con i figli.

Lo stile dei genitori che hanno seguito il corso è chiaramente democratico e, al contempo, anti-autoritario e anti-permissivo. Il corso Genitori Efficaci secondo il modello sperimentato da Thomas Gordon è stato scelto e apprezzato da associazioni di genitori, organizzazioni di comunità, scuole. Molti dei corsi sono stati oggetto di ricerca scientifica in ambito internazionale per valutare la consistenza e l’efficacia dei cambiamenti prodotti su genitori e figli. I figli educati in famiglie che applicano il metodo democratico del corso Genitori Efficaci hanno dimostrato di avere una maggiore stabilità emotiva, una maggiore maturità cognitiva e maggior creatività. Negli Stati Uniti il corso Genitori Efficaci è riconosciuto dal National Committee for the Prevention of Child Abuse e dall’U.S. Office of Substance Abuse Prevention.

A chi è rivolto?
Ai genitori. Le capacità acquisite con il corso Genitori Efficaci sono utili per tutti i genitori: genitori di ragazzi di tutte le età, genitori adottivi, genitori singoli, genitori con esperienze diverse, nonni desiderosi di migliorare la propria capacità comunicativa con i nipoti piccoli e grandi. Questo corso funziona bene anche come programma preventivo con genitori di bambini molto piccoli.
Agli educatori e al personale che si occupa di bambini. Il corso migliora le competenze dei professionisti e delle persone che lavorano con bambini: educatrici, personale di asili nido e scuole materne, baby sitter, associazioni di volontariato.

Metodologia
Il corso Genitori Efficaci :
– propone una forma di apprendimento attivo che impegna i partecipanti nella esperienza immediata e diretta dei contenuti e delle capacità da acquisire;
– offre contenuti nuovi e stimolanti, facilita la condivisione di esperienze, la esplicitazione e il confronto di idee, emozioni, dubbi e problemi;
– prevede il coinvolgimento attivo dei partecipanti e un ruolo facilitante del formatore.
Tra i metodi proposti ci sono il role-play, i ricordi guidati, riflessioni scritte, laboratori in piccoli gruppi, elaborazione delle esperienze mediante esercitazioni individuali, in coppie e in gruppo, integrazioni cognitive con il formatore, applicazione del metodo alla propria realtà.

Materiali
Il testo di studio impiegato durante il corso è il quaderno di lavoro “Genitori Efficaci” (IACP). I partecipanti utilizzeranno, inoltre, manuali, opuscoli e schede di lavoro che verranno forniti durante lo svolgimento del corso.

Modalità di svolgimento e organizzazione del corso
Il corso ha una durata minima di 24 ore. La nostra proposta è di 4 incontri di sabato pomeriggio: chiamateci per avere le date esatte. I vostri bambini sono i benvenuti e offriamo giochi e intrattenimento per loro.
Il numero massimo consigliato di partecipanti è di 25 persone. Alla fine del corso ogni partecipante riceverà un certificato di partecipazione al corso.

Riferimenti
Il corso Genitori Efficaci è la versione italiana di Parent Effectiveness Training e fa parte delle attività formative dell’Effectiveness Training International ideate da Thomas Gordon e diffuse in tutto il mondo dai suoi numerosi collaboratori. A cura dell’Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona (IACP) è pubblicato in Italia il libro di Thomas Gordon “Genitori Efficaci”, edizioni La Meridiana.
Il corso è tenuto esclusivamente da persone formate ed autorizzate dall’Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona (IACP) che ha l’esclusiva del metodo per l’Italia. Si possono consultare gli elenchi dei formatori Gordon autorizzati sul sito www.iacp.it. Tutti i formatori (oltre al metodo Gordon) hanno una formazione di almeno due anni nell’Approccio Centrato sulla Persona.

Formatore:  Angela Giusti, formatrice Gordon accreditata.

Per informazioni scrivere a: info@latteecoccole.it

 

.

Da quando nasce a quando inizia a camminare su due ‘zampe’, il bambino deve raggiungere e superare moltissime tappe di sviluppo psicomotorio. Quelle più conosciute sono il gattonare e il camminare, ma ce ne sono tante altre, molte facilmente osservabili, e altre un po’ meno.
Queste tappe sono come delle pietre miliari e costituiscono le fondamenta per tutto ciò che il bambino farà da adulto, non solo a livello fisico ma anche emozionale e relazionale. Il livello di comfort e padronanza di movimento che un bambino ha, si ripercuote su tutti gli aspetti del suo quotidiano.

Il movimento è alla base di tutte le tappe evolutive, e viene inteso come un vero e proprio senso. Quel neonato che ci appare inizialmente tanto immobile in realtà non lo è.
Già dentro la pancia il bambino ha tre esperienze sensoriali di movimento:
– quando è ancora un embrione, col movimento delle cellule che si riproducono ( un processo che accade senza l’intervento del corpo materno e di cui riparlerò prossimamente);
– quando è un feto, e si muove nell’oceano fluido dentro l’utero, succhia il proprio pollice, fa le capriole, prendi a pugni e calci il gemellino o le pareti uterine;
– e attraverso i movimenti della mamma che, con il suo movimento, provoca una risposta di movimento anche del bebè.
Dunque, il movimento è il primo senso che un bambino sviluppa e fa da base al progresso di tutti gli altri sensi e, di conseguenza, all’organizzazione della percezione e dell’apprendimento.

Quando il bambino nasce, entra in gioco la gravità.
Improvvisamente tutto il repertorio di movimento che ha sviluppato fino a quel momento “svanisce”. I percorsi neurologici però, insieme ai riflessi e gli organi di senso, si sono già sviluppati fino a un certo livello. Tutto questo non va perso ma deve essere rivisitato. Perciò, per poter svilupparsi in modo pieno e completo il bambino innanzitutto ha bisogno di stabilire una relazione con la gravità in tutte le posizioni: sulla pancia, sulla schiena e sui fianchi.

Oggi purtroppo succede spesso che l’ambiente dove sta il bambino quotidianamente non gli offra le occasioni o gli spazi idonei per poter sviluppare tutte le sue competenze innate. Certo, alla fine tutti camminano, ma potremmo fare qualcosa per aiutarlo e per farli esprimere appieno tutte le sue potenzialità in modo corretto e completo. Infatti, un bambino che ha gattonato ad esempio, arriva alla fase della deambulazione con più sicurezza, meno cadute (anche se una certa dose di bernoccoli è fisiologica!), e più competenza nel muoversi e superare gli ostacoli (oggetti sul suo cammino, pendenze, scale, ecc.).

Se a un bambino viene data la possibilità di sperimentare il proprio corpo in rapporto con la gravità, potrà scoprire da solo come impadronirsi del proprio corpo e dell’ambiente.
Il modo migliore di farlo e metterlo a terra quando è sveglio, con mani e piedi nudi, in modo tale che possa scoprire gli arti come parte di sé stesso e utilizzarli come appoggi.
Non è necessario piazzarlo dentro ovetti, girelli, o circondato dai cuscini, ma piuttosto creare un ambiente protetto dove gli oggetti di suo interesse siano facilmente raggiungibili. Pian piano il bambino acquisterà le capacità per spingersi via da terra e, spinto da una curiosità innata, andrà verso le persone o gli oggetti. Sviluppando il controllo della testa, il bambino è in grado di trovare l’equilibrio, bilanciare il tono corporeo e la forza organica e muscolare necessaria che gli darà supporto per assumere posizioni diverse, come quella seduta o a gattoni, e transitare da una posizione all’altra.
Muoversi da solo è un esercizio fondamentale di autonomia e indipendenza.

Angelica Costa
Psicologa, psicomotricista ed educatrice del movimento in età evolutiva (IDME – BMC) E’ curatrice di Baby Moves che ha come scopo la prevenzione e promozione della salute e del benessere dei bambini e delle loro famiglie. Baby Moves organizza gruppi e consulenze presso l’ambulatorio Latte & Coccole: il martedì nei corsi “Dalla nascita ai primi passi” per i piccoli fino a 6 mesi circa, e per quelli fino a 12, ulteriori info qui: http://www.latteecoccole.net/2011/05/corso-primi-passi-baby-moves-roma/

.
.

Il nuovissimo libro sullo svezzamento



Iscriviti alla Newsletter

SEI UN OPERATORE? VUOI RESTARE AGGIORNATO SUI NOSTRI CORSI?

Un regalo per te!

Calendario attività ed eventi


« Novembre 2019 »
Mo Tu We Th Fr Sa Su
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

siamo presenti anche:

Condividi questa pagina:

|